tumbler, ananas, crema, cioccolato, dolci, dessert Crêpe, fragole, mascarpone pancakes, castgane, melagrane, ricette, dolci vini, dessert, dolci, ricette, spumanti moscato, Pantelleria, vini, moscato, dolci, dessert, ricette quenelle, cocco, ricotta, dolci, dessert, ricette, cucina millefoglie, cioccolato, crema, ricette, dolci torte, dessert, dolci, Natale bianco mangiare, dilci, dessert, ricette, cucina

febbraio 11, 2013

bigne allo zabaione e crema al caffe
I golosi bignè devono fare bella mostra di sé sul vostro carrello dei dessert, an­cora di più se sono allo zabaione e alla crema al caffè. Lo zabaione è una cre­ma creata nel corso del Cinquecento adattando la ricetta di una bevanda più antica a base degli stessi ingredienti.
  • Ingredienti: per 8 persone

Per i bignè:
farina: g 150
burro: g 12
5 uova
zucchero: g 20
sale

Per la crema al caffè:
latte: mezzo litro
caffè solubile: g 20
5 tuorli di uovo
zucchero: g 150
farina: g 40

   
Per lo zabaione:
5 tuorli di uovo
5 cucchiai di zucchero
mezzo bicchiere di vino bianco
mez­zo bicchiere di Marsala


Preparazione: 60’ 
  • Per preparare la crema al caffè: sgusciate i tuorli di uova in una ciotola con lo zucchero.
  • Montateli con una frusta da cucina, unite la farina e amalgamate.
  • In una casseruola bollite il latte con il caffè, versa­te i tuorli, amalgamate, rimettete sul fuoco e conti­nuate a fare bollire per 3 minuti.
  • Per preparare lo zabaione: versate tutti gli ingredienti in una ciotola, montate il composto a bagnomaria con una frusta da cucina, fino a quando si rapprende, e lasciate in­tiepidire.
  • Per preparare i bignè: in una casseruola versate 3 decilitri di acqua con il burro, un pizzico di sale e lo zucchero; appena inizia a bollire.
  • Toglie­te dal fuoco, versate la farina e mescolate con un mestolo di legno, quindi rimettete sul fuoco e, sem­pre mescolando.
  • Cuocete per 8 minuti, fino a quan­do il composto si stacca dai bordi.
  • Togliete la cas­seruola dal fuoco, lasciate intiepidire e incorporate le uova sbattute, versandole a filo.
  • Disponete il composto in una tasca da pasticciere, distribuitelo in una teglia con la carta da forno, confezionate i bi­gnè e cuoceteli in forno a 180 gradi per 15 minuti.
  • Appena i bignè sono tiepidi, farciteli con lo zabaio­ne, immergeteli nella crema al caffè, estraeteli con una forchetta, per eliminare la crema in eccesso, e disponeteli a piramide nel piatto da portata.
 
Se ti è piaciuta la ricetta , iscriviti al feed cliccando sull'immagine per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

0

Torta di pere e parmigiano
La bontà delle pere quan­do sono accoppiate con un formaggio dal sapore pie­no come il parmigiano è conosciuta non solamente dai contadini ma anche da buongustai di tutto il mon­do. Questo dolce però non fa parte della tradizione conta­dina, bensì della cucina dei nobili italiani del Trecento.
  • Ingredienti: per 8 persone

Pasta frolla:
farina: g 250
burro: g 100
zucchero: g 100
2 tuorli di uovo
buccia grattugiata di un limone
una bustina di vanillina


Per il ripieno:
crema pasticciera: g 300
pere: g 750
zucchero: g 150
parmigiano grattugiato: g 100
panna fresca: g 400
burro: g 70


Preparazione: 60’ 

  • Prima di tutto versate la farina su una spianatoia, formate un buco al centro, unite tutti gli ingredienti, impastate e conservate il panetto in frigorifero.
  • Sbucciate le pere, affettatele, rosolate­le a fuoco vivace in una padella con il burro e 50 grammi di zucchero, cuoce­te per 10 minuti.
  • Togliete dal fuoco e lasciate intiepidire.
  • Sgusciate le uova in una ciotola, sbattetele con una fru­sta da cucina, incorporate lo zucchero rimasto e il parmigiano grattugiato, versate la panna e amalgamate.
  • Imbur­rate e infarinate una terriera.
  • Stendete l'impasto con un mattarello, rivestite la fortiera, versate la crema pasticcie­ra, adagiate le pere e ricoprite con il composto di panna.
  • Cuocete la torta in forno a 180 gradi per 40 minuti, estra­etela dal forno e lasciatela intiepidire, prima di servire.
 
Se ti è piaciuta la ricetta , iscriviti al feed cliccando sull'immagine per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

0

febbraio 09, 2013

mousse agli agrumi
Ecco un dessert raf­finato: la mousse agli agrumi. È un dolce fa­cile da preparare che soddisfa alla grande il nostro gusto e fa be­ne alla salute. Infatti gli agrumi sono ric­chi di vitamina C, che aiuta a "disintossi­carsi" dalle sostan­ze inquinanti dell'aria
  • Ingredienti: per 6 persone

2 arance
un pompelmo
2 mandarini
2 limoni
zucche­ro: g 150
2 albumi di uva
panna: g 250


 

Preparazione: 30’ + il raffreddamento


  • Lavate gli agrumi e con un pela­patate tagliate le bucce a striscioline.
  • Spremete gli agrumi in una ciotola, per ottenere un succo.
  • In un pentolino disponete le bucce, ricopritele con l'acqua, portate sul fuoco, a ebollizione raggiun­ta, sgocciolatele e conservatele su un vassoio con un po' di zuc­chero.
  • Portate il succo degli agrumi a ebollizione con 125 grammi di zucchero e spegnete il fuoco dopo 3 minuti.
  • La­sciatelo intiepidire, unite gli al­bumi di uova montati, la panna e le bucce degli agrumi e amalga­mate bene.
  • Adagiate la mousse in stampini rotondi, conservateli nel congelatore per 3 ore, sfor­mateli nel piatto da portata e guarnite con gli agrumi rimasti.
 
Se ti è piaciuta la ricetta , iscriviti al feed cliccando sull'immagine per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

0

salame di cioccolato
Se volete fare la feli­cità dei vostri bam­bini vi consigliamo di preparare per lo­ro il classico sala­me di cioccolato. Il dolce si chiama co­sì per la sua forma e perché, per i biscotti che vi sono sbricio­lati, quando è taglia­to a fette mostra le caratteristiche oc­chiature del salume.
  • Ingredienti: per 4 persone
  • 8 uova
    burro: g 250
    bi­scotti: g 600
    cacao amaro: g 150
    cioccolato fondente: g 150
    zucchero: g 250
    una busta di vanillina
    uvetta sultanina
    pinoli


Preparazione: 20’ + il raffreddamento

  • Sgusciate le uova in una ba­cinella, unite lo zucchero, la vanillina e il cacao e monta­tele con una frusta da cucina.
  • Fondete il burro e il cioccola­to in forno, versateli nelle uo­va montate, incorporate i bi­scotti sbriciolati, l'uvetta sul­tanina e i pinoli e amalgama­te.
  • Confezionate il salame di cioccolato, arrotolandolo nella carta da forno, conser­vatelo in frigorifero per un'ora.
  • Eliminate la carta da forno e tagliatelo a fette, pri­ma di servire.
 
Se ti è piaciuta la ricetta , iscriviti al feed cliccando sull'immagine per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

1

febbraio 07, 2013

torta al cioccolato glassata
La torta al cioccolato glas­sata è una autentica tenta­zione per chi è goloso ed è il dolce ideale per conclu­dere in bellezza un pranzo. Glassare significa creare sopra un dolce una coper­tura lucida come il ghiac­cio poiché il verbo deri­va dal francese "glacier", che significa "ghiacciare"
  • Ingredienti: per 6 persone 3 uovo
    farina: g 75
    zucchero: g 200
    bur­ro: g 100
    cacao: g 150
    scaglie di cioccolato: g 1009
    una bustina di va­nillina
    fecola: g70
    lievito: g 20
    latte: un decilitro
    sale
    Per la glassa: 2 albumi di uova
    zucchero: g 350
    una bustina di va­nillina

 
Preparazione: 60’

  • Imburrate e infarinate una fortiera.
  • Di­videte i tuorli dagli albumi. Disponete i tuorli in una bacinella, sbatteteli con una frusta da cucina, unite la farina, lo zucchero, il burro ammorbidito, la fe­cola, il cacao, la vanillina, il lievito, il latte e un pizzico di sale, continuate a sbattere e incorporate gli albumi mon­tati a neve.
  • Disponete il composto otte­nuto nella fortiera e cuocete nel forno già caldo a 180 gradi per 45 minuti.
  • Per preparare la glassa: in una terrina versa­te gli albumi, lo zucchero, la vanillina e un po' di acqua, mescolate con una fru­sta da cucina e conservate la glassa in frigorifero, fino a quando si rapprende.
  • Estraete la torta dal forno, dividetela a strati, farcitela con la glassa e cosparge­te la superficie con la glassa rimasta e le scaglie di cioccolato.
 
Se ti è piaciuta la ricetta , iscriviti al feed cliccando sull'immagine per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

0

ciambella con uvetta e pinoli
Ecco un dolce classico, perfetto in ogni occasio­ne: la ciambella va bene come dessert, a fine pa­sto, ma anche al mattino, per la colazione dei vo­stri bambini. Il primo che chiamò ciambella questo dolce "a forma di anel­lo" fu lo scrittore Niccolò Machiavelli nel 1501

Ingredienti: per 4 persone
fari­na: g 700
zucchero: g 150
uvetta sultanina: g 150
pinoli: g 120
cedro candito: g 120
lievito di birra: g 30
un tuorlo di uovo
rum: 2 decilitri
burro: g 120
sale
zucchero a velo

 
Preparazione: 60’ + più la lievitazione

  • Immergete l’uvetta sultanina nel rum per 20 minuti, sgocciolatela e strizzatela.
  • Su una spianatoia ver­sate la farina a fontana, formate un buco al centro, unite lo zucchero, 100 grammi di burro, l'uvetta sul­tanina, i pinoli, il cedro candito ri­dotto a pezzetti, il lievito sciolto in acqua, un pizzico di sale e 4 decili­tri di acqua e impastate.
  • Foderate una lorderà a ciambella imburrata con l'impasto e lasciatela lievitare per 30 minuti.
  • In una ciotola sbat­tete il tuorlo di uovo e spennellate la superficie della ciambella.
  • Cuo­cete la ciambella in forno a 200 gradi per 40 minuti e spolveratela con lo zucchero a velo, prima di servire. 
 
Se ti è piaciuta la ricetta , iscriviti al feed cliccando sull'immagine per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

0

febbraio 06, 2013

savarin e babà
Per concludere bene una cena, vi consiglia­mo due dolci: il savarin e il babà. Il savarin fu creato nell'Ottocento da due pasticcieri francesi, i fratelli Julienne; il babà fu inventato nel Settecento da Stanislao Leszczynski, re di Polonia e suocero del re di Francia.
Ingredienti: per 4 persone
farina: g 500
latte: mezzo decilitro
lievito di birra: g 25
8 uova
zucchero: g 50
un limone
burro: g 200
rum
panna montata: g 400
frutta mista
sale
 
Preparazione: 50’ + più la lievitazione
  • Preparate un impasto con 100 grammi di farina e il lievito sciolto nel latte tiepido, amalga­mate e lasciate lievitare per 30 minuti.
  • In una sbattitrice misce­late 4 uova sgusciate con lo zuc­chero, un pizzico di sale e la buccia grattugiata del limone, unite l'impasto lievitato, la fari­na rimasta, le uova sgusciate ri­maste e il burro sciolto e amal­gamate.
  • Con il composto riem­pite a metà alcuni stampi da babà e da savarin imburrati e in­farinati e lasciate lievitare, quin­di disponeteli nel forno e cuoceteli a 200 gradi per 20 minuti.
  • Estraete gli stampi dal forno e lasciateli intiepidire.
  • Immergete i savarin e i babà nel rum, sgoc­ciolateli e guarniteli con la frut­ta mista e la panna montata. Tempo di preparazione:
 
Se ti è piaciuta la ricetta , iscriviti al feed cliccando sull'immagine per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

0



torta al acffe
Alla fine di una ce­na con gli amici pro­ponete la torta al caf­fè. La pianta del caffè è originaria dell'Etio­pia dove, anticamen­te, i suoi semi erano ri­dotti in polvere non per realizzare una bevan­da bensì, uniti al burro, per essere consuma­ti sotto forma di pasta.

Ingredienti: per 8 persone
pasta frolla: g 250
panna, fresca: g 400
latte: mezzo li­tro
caffè zuccherato: g 250
zucchero: g 140
chicchi di caffè: g 50
colla di pesce: g 15
farina: g40
burro: g 40
zucchero a velo
 
Preparazione: 50’ + il raffreddamento
  • Stendete la pasta frolla e rivesti­te una fortiera imburrata e infa­rinata.
  • Cuocetela per 30 minuti nel forno.
  • Scaldate il latte con i chicchi di caffè e lo zucchero, eliminate i chicchi e unite la colla di pesce già messa a bagno in acqua.
  • Montate la panna, ver­satela delicatamente nel latte, adagiate il composto sulla su­perficie della pasta frolla e con­servatela in frigorifero per un'ora.
  • Nel frattempo scaldate il caffè, lasciatelo intiepidire e versatelo sulla torta.
  • Conservate la torta in frigorifero, fino a quando il caffè si solidifica, ser­vitela nel piatto da portata con lo zucchero a velo e decorate con alcuni chicchi di caffè.

 
Se ti è piaciuta la ricetta , iscriviti al feed cliccando sull'immagine per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

0

febbraio 05, 2013



torta alle noci
Vi suggeriamo di pre­parare un dessert da leccarsi le dita che vi farà dimenticare la die­ta. La torta alle noci infatti, oltre che buona, è benefica. Le noci, a det­ta dei medici, riduco­no il rischio di malattie cardiovascolari, di ic­tus e di diabete medito.


Ingredienti: per 4 persone.

fari­na: g 300
noci sgusciate: g 300
zucchero: g 300
3 uovo
burro: g 200
un'arancia e un limone
lievito per dolci: g 10

   
Per la salsa di lamponi: lamponi: g 200
vino bianco: g 40
zucchero: g 50

Preparazione: 60’
  • Tritate finemente le noci con un mixer da cucina.
  • In una ciotola, con una frusta, montate il burro con lo zucchero.
  • Quando avete ot­tenuto una crema liscia, unite le uova, la farina, le noci tritate, il lievito e la scorza degli agrumi grattugiata, amalgamate bene e tenete da parte.
  • Fate scaldare il for­no a 180 gradi. Imburrate e infari­nate una tortiera, versatevi l'impa­sto che avete realizzato prima e in­fornate per 45 minuti.
  • Nel frattem­po preparate la salsa di lamponi: mettete in un pentolino i lamponi, lo zucchero e il vino, portate sul fuoco e cuocete per 10 minuti: a fine cottura frullate la salsa, passa­tela con un colino e lasciatela raffreddare.
  • Quando la torta si è raf­freddata, servite con la salsa di lamponi, da aggiungere a piacere su ogni fetta.
 
Se ti è piaciuta la ricetta , iscriviti al feed cliccando sull'immagine per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

1

febbraio 04, 2013

crostata all'uva
Ecco un dessert con i fiocchi: la crostata all'uva oltre che buona è benefica. L'uva infat­ti svolge una importante azione "rimineralizzante", dovu­ta alla presenza di calcio e magnesio, che sono sostanze antistress per eccellenza. Gli esperti dicono che l'uva aiuta anche a controllare l'emotività.

  • Ingredienti: per 6 persone
Per la pasta frolla:
farina: g 250
burro: g 150
zucchero: g 100
2 tuorli di uova
un li­mone
una bustina di vanillina
   
Per la crema di uva:
latte: g 125
fari­na: g 50
zucchero: g 75
3 tuorli di uo­vo
mezza stecca di vaniglia
uva mi­sta: g 700


Preparazione: 40 minuti, più il raffreddamento

  • Versate la farina su una spianatoia, formate un buco al centro, unite il burro ammorbi­dito, lo zucchero, i tuorli di nova, la vanilli­na e la buccia del limone grattugiata, impa­state con le mani, per confezionare un pa­netto omogeneo, e conservatelo in frigori­fero per un'ora.
  • Lavate l'uva mista, tagliate gli acini a metà, eliminate i semi, frullate la metà degli acini e filtrateli, per ottenere un succo.
  • Versate il succo di uva in una casse­ruola con il latte, la metà dello zucchero, la vaniglia, portate sul fuoco e cuocete fino all'ebollizione.
  • In una ciotola sbattete i tuorli di uova con lo zucchero rimasto, ag­giungete la farina, amalgamate, versate il composto nella casseruola con il succo, portate sul fuoco e cuocete per 5 minuti, continuando a mescolare.
  • Foderate una tortiera imburrata e infarinata con la pasta frol­la, bucate il fondo con una forchetta e cuo­cete in forno a 170 gradi per 20 minuti.
  • Estraete la crostata dal forno, lasciatela raf­freddare, sformatela, versate la crema di uva e decoratela con l'uva rimasta.
 
Se ti è piaciuta la ricetta , iscriviti al feed cliccando sull'immagine per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

0

febbraio 03, 2013

crostata al limone
Fra i dolci da presentare in tavola la crostata al limo­ne non può assolutamente mancare: è la torta più ri­chiesta. Eppure a causa del limone è entrata nelle ca­se molto tardi. Agli antichi Romani infatti il sapore di questo agrume era sgradito.
  • Ingredienti: per 4 persone
  • farina: g 280
    burro: g 150
    2 uovo
    zucchero : g 100
    un pizzico di sale
    zucchero a velo
    Per la crema:
    3 uova
    2 limoni
    Latte: mezzo litro
    Zucchero: g 50

carajo
Preparazione: 60’ + il riposo

  • Versate la farina a fontana su una spianatoia, formate un buco al centro, incorporate 120 grammi di burro, le uova sgusciate, lo zuccherò e un piz­zico di sale, impastate, fino a confe­zionare un panetto omogeneo, e fate riposare in frigorifero per un'ora.
  • Per preparare la crema: in un pentolino sbattete i tuorli delle uova con lo zuc­chero, versate il latte a filo, mescolate con un cucchiaio di legno e portate a ebollizione, quindi togliete dal fuoco, versate il succo dei limoni e la buccia di un limone tagliata a fiammifero e amalgamate.
  • In una ciotola montate gli albumi delle uova a neve.
  • Stendete la pasta con un mattarello, rivestite una tortiera imburrata e infarinata, copritela con la carta da forno e infor­nate a 180 gradi per 20 minuti.
  • Estra­ete la tortiera dal forno, eliminate la carta, versate la crema, ricoprite con gli albumi e continuate la cottura nel forno a 180 gradi per 10 minuti, quin­di estraete la torta dal forno e spolve­ratela con lo zucchero a velo.
  • Tempo di preparazione: un 'ora, più il riposo
 
Se ti è piaciuta la ricetta , iscriviti al feed cliccando sull'immagine per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

0

febbraio 02, 2013

crespelle alle pesche
Sul vostro carrello dei  dolci mettete oggi le clas­siche crespelle alle pesche: sono belle a vedersi e gustosissime al palato. Le pesche sono prodotti ricchi di fruttosio, una so­stanza che si trasforma in uno zucchero che presenta proprietà lassative.  

  • Ingredienti: per 4 persone

2 uo­va
latte: 3 decilitri
farina: g 85
un'arancia
mezza busti­na di vanillina
crema pasticciera: g 200
panna montata: g 200
2 pesche
zucchero a velo: g 150
burro: g 100

   
Preparazione: 40’
  • Sgusciate le uova in una ciotola, sbattetele con una frusta da cuci­na, incorporate la farina, la vanillina e la buccia grattugiata dell' aran­cia.
  • Versate il latte e 50 grammi di burro fuso, amalgamate e lasciate riposare il composto per 10 minu­ti.
  • Spennellate una padella antiaderente con il burro, versate un mestolo di composto, cuocete per un minuto, girate la crespella sull'altro lato e portate a termine la cottura per un minuto.
  • Ripetete l'operazione con il composto ri­masto.
  • Sbucciate le pesche e tagliatele a pozzetti.
  • Montate la pan­na, incorporatela nella crema pasticciera e aggiungete le pesche e un cucchiaio di zucchero a velo.
  • Stendete su un piano da lavoro le crespelle, adagiate la farcitura pre­parata e chiudetele a rotolo.
  • Ta­gliate i rotoli a metà, disponeteli nel piatto da portata, decorate con alcune fettine di pesca e spolvera­te con lo zucchero a velo rimasto.
 
Se ti è piaciuta la ricetta , iscriviti al feed cliccando sull'immagine per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

0

febbraio 01, 2013

mattonella di panna cotta al caramello
Ecco un dessert con i fioc­chi che stupirà i vostri ospi­ti: la mattonella di panna cotta al caramello è sempli­ce ma di grande effetto. La regione Piemonte ha iden­tificato la panna cotta co­me prodotto agroalimen­tare della sua tradizione e ha datato le origini del dol­ce agli inizi del Novecento.
 
  • Ingredienti: per 8 persone

Panna fresca: g 600
Zucchero: g 400
Col­la di pesce: g 10
Una bustina di va­nillina
Un limone


Preparazione: 30’ + 2 ore di frigo

  • Versate in un pentolino 200 grammi di zucchero con 4 cucchiai di acqua e qualche goccia di limone, portate sul fuoco e cuocete a fiamma moderata fino a quando apparirà il colore del caramello, quindi versatelo ancora caldo in uno stampo rettangolare e la­sciate intiepidire.
  • Ammorbidite la col­la di pesce in acqua fredda per 10 mi­nuti.
  • Versate in una casseruola sul fuoco la metà della panna con lo zuc­chero rimasto, portate a ebollizione, togliete dal fuoco, aggiungete la vanillina e la colla di pesce sgocciolata e lasciate intiepidire.
  • Montate la pan­na rimasta, amalgamatela con la pan­na già cotta, rimestando dal basso ver­so l'alto, versate il composto nello stampo del caramello e riponetelo in frigorifero per 2 ore.
  • Sformate la mat­tonella di panna cotta nel piatto da portata e tagliatela a fette al momento di servire.
 
Se ti è piaciuta la ricetta , iscriviti al feed cliccando sull'immagine per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

0

Random Posts

Il Mondo dei Dolce in Google+

Mi Ping en TotalPing.com Top blogs di ricette Questo sito è segnalato da Akkiapparicette food bloggermania

Il Mondo dei Dolci in Pinterest

Il Mondo dei Dolci su Facebook