}
tumbler, ananas, crema, cioccolato, dolci, dessert Crêpe, fragole, mascarpone pancakes, castgane, melagrane, ricette, dolci vini, dessert, dolci, ricette, spumanti moscato, Pantelleria, vini, moscato, dolci, dessert, ricette quenelle, cocco, ricotta, dolci, dessert, ricette, cucina millefoglie, cioccolato, crema, ricette, dolci torte, dessert, dolci, Natale bianco mangiare, dilci, dessert, ricette, cucina

novembre 30, 2012

crostata con ricotta e prugne

Ingredienti: per 8 persone

pasta frolla surgelata g 700
confettura di prugne g 450
ricotta piemontese g 350
zucchero semolato
2 tuorli
burro e farina per la spianatoia e lo stampo


 

Quanto nutre una porzione: 566 calorie

Preparazione: 55’

  • Lasciate scongelare la pasta frolla, quindi stendetela sulla spianatoia leggermente infarinata.
  • Imburrate uno stampo per crostate a bordi lisci (Ø cm 24).
  • Rivestitelo con circa metà della pasta.
  • Spalmate tutto il fondo con la confettura.
  • Mescolate la ricotta con un tuorlo e una cucchiaiata di zucchero.
  • Stendetela sopra alla confettura.
  • Ricavate un disco dal resto della pasta.
  • Coprite la crostata con il disco, saldandolo e decorandolo lungo il bordo.
  • Pennellate con il secondo tuorlo la superficie della crostata, rigatela con i rebbi di una forchetta e infornatela a 190 °C per 40'.
 
Se ti è piaciuta la ricetta , iscriviti al feed cliccando sull'immagine per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

1

novembre 29, 2012



Meringhette alle nocciole


Ingredienti: per 4 persone

24 piccole meringhe
crema gianduia g 200
granella di nocciole g 15
cannella in polvere


Quanto nutre una porzione: 444 calorie


 

Preparazione: 5’
  • Mettete le crema gianduia in una ciotolina e mescolatela con la granella di nocciole.
  • Prendete una meringhetta, spalmatene la base con un po' di crema e unitela ad un'altra, formando il primo dolcetto.
  • Preparatene allo stesso modo altri undici.
  • Suddivideteli fra quattro piattini da dessert, spolverizzateli di cannella in polvere (o, eventualmente, di cacao) e serviteli.

CONSIGLI
Per crema gianduia s'intende uno dei preparati spalmabili a base di nocciole, cacao e latte, molto pratici per la preparazione di dolci semplici e veloci in sostituzione del cioccolato fondente. È possibile anche risparmiare i lunghi tempi per sbucciare e tritare le nocciole acquistandole pronte, tritate, in busta.


VINO
Chambave Moscato passito
 
Se ti è piaciuta la ricetta , iscriviti al feed cliccando sull'immagine per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

0

novembre 28, 2012



piccole tartine al mais con zabaione al porto


Ingredienti: per 8 persone

Tortine: burro g 150
zucchero g 150
farina bianca g 100
farina di mais g 100
lievito in polvere per dolci e vanillina Bertolini
5 tuorli
un uovo
burro e farina di mais per gli stampini
sale


Zabaione:
Porto g 160
zucchero g 160
cioccolato fondente grattugiato g 80
8 tuorli


Quanto nutre una porzione: 349 calorie


Preparazione: 60’

  • Tortine: montate a lungo il burro con lo zucchero fino a ottenere un composto spumoso al quale incorporerete i tuorli, l'uovo, le due farine mescolate.
  • Fatte scendere da un setaccino, un cucchiaino di lievito in polvere, mezza bustina di vanillina e un pizzichino di sale.
  • Dovrete ottenere un impasto piuttosto morbido che distribuirete in 12 stampini smerlati già ben imburrati e spolverizzati di farina di mais.
  • Infornateli a 180° per 25' circa.
  • Zabaione: in un bagnomaria caldo, tenuto su fuoco al minimo, montate i tuorli con lo zucchero, il Porto e, quando lo zabaione sarà gonfio e spumoso, unitevi il cioccolato.
  • Servite le tortine con lo zabaione.
 
Se ti è piaciuta la ricetta , iscriviti al feed cliccando sull'immagine per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

0

novembre 27, 2012



torta margherita di pere e di cocco

Ingredienti: per 8 persone

una confezione di preparato per torta Margherita
burro g 100
3 pere
2 uova
latte g 60
2 cucchiaiate di cocco disidratato
un limone non trattato
zucchero a velo
una nocciola
burro e farina per lo stampo


Quanto nutre una porzione: 352 calorie

Preparazione: 45’

  • Preparate l'impasto per la torta, secondo le istruzioni sulla confezione, mescolando il preparato con il burro fuso, il latte e le uova.
  • Unitevi anche il cocco disidratato, la scorza grattugiata del limone e 2 pere a dadini.
  • Versate l'impasto in uno stampo a cerniera (Ø cm 24), imburrato e infarinato; infornate a 180° per 30'.
  • Sbucciate e riducete a fettine la terza pera. Sfornate la torta, cotta, e disponetevi sopra, a fiore, le fettine del frutto.
  • Cospargete la superficie con zucchero a velo.
  • Passate sotto il grill per circa 4'.
  • Togliete dal forno e lasciate intiepidire.
  • Formate il centro del fiore con la nocciola.
 
Se ti è piaciuta la ricetta , iscriviti al feed cliccando sull'immagine per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

0

novembre 26, 2012

torta con ragnatela
Ingredienti: per 8 persone
una torta al cioccolato pronta
250 g di zucchero a velo
2,5 dl di panna fresca
100 g di gocce di cioccolato
un tubetto di gelatina alimentare verde o blu

Quanto nutre una porzione: 900 calorie

 


Preparazione: 30’
  • Montate la panna ben ferma e incorpora­tevi le gocce di cioccolato.
  • Tagliate la torta in 2 dischi e ricopritene uno con la pan­na.
  • Adagiate sopra l'altro di­sco, ricomponendo la torta, avvolgetela nella pellicola e mettetela in frigo.
  • Mescolate lo zuc­chero con 3-4 cucchiai d'acqua, così da formare una glassa piuttosto densa.
  • Ver­satela sulla superficie della torta che avrete disposto su un piatto di portata e, con una spatola bagnata d'acqua, distribuitela in modo unifor­me.
  • Realizzate la ragnatela, seguendo le indicazioni ri­portate qui in basso.
  • Fate asciugare la torta e servite.
Per fare la ragnatela: disegnate 5-6 cerchi concentrici con la gelatina. Poi con uno stecco tracciate tanti “spicchi” così da simulare la ragnatela
torta con ragnatela1
 
Se ti è piaciuta la ricetta , iscriviti al feed cliccando sull'immagine per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

0

novembre 25, 2012

emilia-romagna map
Saba, Savòr, Sabadoni e Sugali sono le quattro “S” che addolcivano gli inverni della Romagna di un tempo. Erano sapori tipici dell’alimentazione contadina e qualche volta nobilitati dalla grande cucina. È il caso della Saba che Pellegrino Artusi, in omaggio alla sua terra di origine, volle inserire nell’opera “La scienza in cucina e l’arte del mangiare bene”, indicandola come “sciroppo d’uva (che) può servire in cucina a diversi usi poiché ha un gusto speciale che si addice in alcuni piatti”.
Saba_san_giacomo
La Saba è uno sciroppo d’uva o mosto cotto che si ottiene appunto dal mosto appena pronto, d’uva bianca (soprattutto trebbiano) o rossa, immesso in un paiolo di rame unitamente a mezza dozzina di noci con il guscio che rivoltandosi nel lento bollire aiutano il mosto a non attaccarsi al fondo del recipiente. La saba è pronta quando si sarà ridotta ad un terzo della sua quantità iniziale. Durante la bollitura che durerà da 6 a 10 ore circa è necessaria la schiumatura e la rimescolatura da farsi con un lungo mestolone di legno. È stata richiesta l’Indicazione Geografica Protetta “Saba dell’Emilia-Romagna”, prodotto a base di uva, tipico dell’Emilia-Romagna.

Il prodotto finito presenta colore bruno scuro e una densità tale da mantenere una scorrevole sciropposità, è di sapore dolce e di profumo gradevole ed intenso.
Savor
Dalla Saba deriva il Savor, dolce povero che si preparava nelle famiglie contadine, una marmellata o meglio una mostarda che utilizza molti frutti di stagione, come pere volpine, mele cotogne, fichi, ma anche frutti estivi essiccati al sole, come bucce di melone o di cocomero.

Si possono aggiungere, a seconda delle ricette, anche carote tagliate a dadini, polpa di zucca a “tocchetti”, bucce di agrumi, limoni, cedri, arance, frutta secca, come gherigli di noce, pinoli e mandorle dolci. Si tratta dunque di una specie di marmellata ottenuta facendo bollire nel sugo di mosto, non ancora fermentato, ogni sorta di frutta tagliuzzata.

E’ l’accompagnamento ideale per le merende, le colazioni, il pane e la piadina, i formaggi freschi o stagionati. Indispensabile nella preparazione di dolci casalinghi, delle crostate e dei tortelli di carnevale.
sugali
I Sugali sono un dolce tradizionale dell'Italia del nord, in particolare dell'Emilia Romagna e rappresentano una ricetta tradizionale che in passato, nel periodo autunnale in cui si produceva il mosto, era molto apprezzata.  La cremosità è la parte migliore di questo dolce che sembra un un po' budino, un po' marmellata. Un buon mix di dolce e aspro che ricorda tanto l'autunno e i tempi andati.
 
Se ti è piaciuta la ricetta , iscriviti al feed cliccando sull'immagine per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

0

novembre 24, 2012

sugali
I Sugali sono un dolce tradizionale dell'Italia del nord, in particolare dell'Emilia Romagna e rappresentano una ricetta tradizionale che in passato, nel periodo autunnale in cui si produceva il mosto, era molto apprezzata.  La cremosità è la parte migliore di questo dolce che sembra un un po' budino, un po' marmellata. Un buon mix di dolce e aspro che ricorda tanto l'autunno e i tempi andati.


 
sugali1
Ingredienti: per 8 persone
Mosto fresco
Farina bianca (100 g ogni litro di mosto)
Zucchero (1-2 cucchiai ogni litro di mosto)

Preparazione:
  • Stemperare la farina con qualche cucchiaio di mosto.
  • Mescolando in continuazione aggiungere lentamente e poco alla volta il restante mosto e lo zucchero.
  • Porre in casseruola.
  • Applicare fuoco basso.
  • Portare a ebollizione mescolando in continuazione.
  • Cuocere per circa un'ora.
  • Trasferire in coppe o piatti fondi o altro contenitore idoneo.
  • Lasciare raffreddare
 
Se ti è piaciuta la ricetta , iscriviti al feed cliccando sull'immagine per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

0

novembre 23, 2012


torta pasticciotto

Che cosa c'è di più salentino di una torta pasticciotto? Ecco il segreto per realizzare la più buona che abbiate mai assaggiato
Per ottenere una pasta frolla adeguata al tipo di preparazione vi consiglio di utilizzare lo strutto invece del burro. Ormai lo strutto è preparato in maniera eccellente e non è più lo strutto di 20 anni fa. Inoltre si aggiunga l'ammoniaca che farà diventare la pasta frolla eccezionale.

Ingredienti: per 6 persone
 
400 gr. di farina "00"
2 uova
ammoniaca per dolci
150 gr. di strutto
150 gr. di zucchero
4 uova per la crema
zucchero per la crema
Farina per la crema
600 ml. di latte
limone buccia
10 amarene sciroppate

Preparazione: 120’
  • Con gli ingredienti dati fate la pasta frolla impastando velocemente.
  • Lasciate riposare in luogo fresco per almeno 30 minuti.
  • Intanto preparate la crema montando i tuorli con lo zucchero, aggiungete la farina setacciata, unite il latte caldo pian piano.
  • Passate la pentola su fuoco moderato e cuocete mescolando.
  • Quando bolle, abbassate ulteriormente la fiamma e completate la cottura.
  • Fate raffreddare in una ciotola con pellicola.
  • Stendete la metà della pasta frolla in una teglia antiaderente, riempite con la crema, mettete le amarene distanziate con un po' di sciroppo e coprite con un altro disco di pasta frolla.
  • Sigillate bene i bordi, pennellate con un uovo sbattuto e infornate in forno già caldo a 170° per almeno 35/40 minuti.
 
Se ti è piaciuta la ricetta , iscriviti al feed cliccando sull'immagine per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

0

novembre 22, 2012

Fagottini-di-pasta-sfoglia-con-pere-e-brie

Ingredienti: per 4 persone

4 mele piccole
1 confezione pasta frolla surgelata
50 g burro
Farina
50 g marmellata di pesche 50 g marmellata di prugne
1 tuorlo d'uovo


 
Preparazione: 10’ + 30’ di cottura

  • Scongelate la pasta frolla, tiratela sottile col matterello e ricavatene quattro quadrati.
  • Sbucciate le mele e con l'apposito scavino togliete il torsolo, riempite la cavità con una punta di zucchero, due cucchiai di marmellata, (pesche e prugne) e un fiocchetto di burro.
  • Deponete ogni mela al centro di un quadrato di pasta, ripiegate i quattro angoli alla sommità .
  • Spennellate i fagottini col tuorlo diluito in poca acqua.
  • Metteteli sulla placca del forno imburrata e infarinata e cuocete per 40 minuti a calore medio.
 
Se ti è piaciuta la ricetta , iscriviti al feed cliccando sull'immagine per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

0

novembre 21, 2012



Torta di ricotta con cuore di Nutella

Ingredienti: per 4 persone

200 gr. di farina
200 gr. di ricotta
200 gr. di zucchero
100 gr. di burro fuso
3 uova
2 bustine di vanillina
1 bustina di lievito per dolci
3 cucchiai di Nutella


 
Preparazione: 10’ + 30’ di cottura

  • Ponete in una ciotola le uova e lo zucchero, sbattetele con una frusta a mano e aggiungete la ricotta precedentemente schiacciata con una forchetta , la farina setacciata con la vanillina e il lievito e il burro fuso intiepidito.
  • Imburrate e infarinate una teglia circolare del diametro di 24 cm, versatevi il composto.
  • Livellate bene e decorate con diversi cucchiaini di Nutella.
  • Utilizzate uno stecchino per fare una leggera pressione sulla Nutella e copritela leggermente con un po' di impasto circostante.
  • Cospargete di zucchero a granella e cuocete in forno già caldo a 180° per circa 30 minuti, controllando la cottura con uno stuzzicadenti.
  • Servirle calde spolverate di zucchero a velo.
 
Se ti è piaciuta la ricetta , iscriviti al feed cliccando sull'immagine per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

0

novembre 20, 2012

frittelle di mele al moscato

Ingredienti: per 4 persone

4 belle mele verdi della Valtellina
un bicchiere di moscato dell'Oltrepò
150 gr di farina di grano tenero
mezza bustina di lievito
un cucchiaio di miele d'acacia
un pizzico di sale
un uovo

 
Preparazione: 30’

 
  • Preparare una pastella ben densa con l'uovo, sale e il vino moscato.
  • Aggiungere il lievito e un cucchiaio di miele. lasciare riposare per circa mezz'ora.
  • Sbucciare e togliere accuratamente il torsolo alle mele.
  • Affettarle e passarle nella farina e nella pastella.
  • Friggerle in abbondante olio d'oliva del Garda.
  • Servirle calde spolverate di zucchero a velo.


 
Se ti è piaciuta la ricetta , iscriviti al feed cliccando sull'immagine per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

0

novembre 19, 2012

albero di pandoro

Ingredienti: per 12 persone


1 pandoro
250 gr. di mascarpone
250 gr. di ricotta
100 gr di zucchero a velo + qb per spolverizzare
un bicchierino di maraschino
100 gr. di cioccolato fondente
250 ml. di panna fresca
amarene o visciole sciroppate

 
Preparazione: 30’

  • Ponete in una ciotola la ricotta, lo zucchero a velo e il mascarpone.
  • Sbattete il tutto con le fruste elettriche fino a ottenere un composto cremoso e uniforme.
  • Aggiungete il maraschino e mettete da parte.
  • Tagliate il pandoro nel senso della larghezza e ricavate delle fette con la classica forma di stella spesse circa 3 cm.
  • Riempite una sac à poche con la crema preparata, farcite al centro la fetta di pandoro più grande (lasciando vuote le punte).
  • Cospargete con il cioccolato tritato grossolanamente.
  • Coprite con le seconda fetta più grande, stendete uno strato di crema e uno di cioccolato fondente.
  • Continuate in questo modo formando degli strati con le fette di pandoro fino a esaurimento degli ingredienti.
  • Spolverizzate con zucchero a velo a piacere.
  • Montate la panna a neve durissima, riempite la sac à poche e formate dei ciuffi sulle punte vuote di ogni fetta di pandoro.
  • Ponete un'amarena al centro di ogni ciuffo di panna.
 
Se ti è piaciuta la ricetta , iscriviti al feed cliccando sull'immagine per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

0

novembre 17, 2012

mousse, cioccolato e melanzana

Ingredienti: per 6 persone


- 300 g di melanzane,
- 300 g di cioccolato
- 50 g di cedro
- 20 g di menta
- 10 ml di brandy
- 10 g di uva dolce
- 10 g di pinoli
- 30 g di zucchero
- 2 albumi
- frutta candita

 
Preparazione:
  • Versare il brandy e il cedro in acqua, portare ad ebollizione e lessarvi le melanzane, ridotte in piccoli pezzi di simile dimensione.
  • Sciogliere intanto il cioccolato.
  • Mescolare le melanzane ed unirle alla menta, ai pinoli, alle uova e allo zucchero.
  • Versare il composto così ottenuto in stampini e lasciare raffreddare.
  • Servire aggiungendo altra cioccolata e decorare a piacere con altra frutta candita.
 
Se ti è piaciuta la ricetta , iscriviti al feed cliccando sull'immagine per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

0

biscotti al burro di princeton
Ingredienti: per 2 persone

120 g burro non salato a temperatura ambiente
90 gr. di zucchero
150 gr. di farina bianca
1 uova grande
1 cucchiaino vaniglia
2 cucchiaini lievito in polvere

 
Preparazione:
  • Sbattere il burro con lo zucchero.
  • Aggiungere le uova e l'estratto di vaniglia, e sbattere fino a quando il composto non è uniforme.
  • Mescolare la farina con il lievito, e poi aggiungere al resto, un po' per volta, mescolando bene.
  • Modellare delle palline, rotolarle in un po' di zucchero e metterle a cuocere in forno: 20 minuti a 175 gradi.
  • Mettete le palline ben distanti sulla placca o sulla teglia, perché hanno la tendenza ad allargarsi notevolmente.
  • Quando sono cotti, estrarre i biscotti dal forno, lasciare che si raffreddino un po' ed iniziare a mangiarli.
 
Se ti è piaciuta la ricetta , iscriviti al feed cliccando sull'immagine per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

0

novembre 16, 2012

Pandolce genovese

Visto che si avvicina il Natale, e’ tempo di spolverare la ricetta del panettone basso genovese. Anche se la ricetta richiede molti ingredienti, il procedimento e’ piuttosto semplice e si può’ fare in casa tranquillamente. Il Pandolce è il dolce tipico della Nostra tradizione natalizia ligure.Anticamente si usava, secondo quanto narra la tradizione che tra i commensali presenti ad un banchetto fosse il piu’ giovane a porre al centro del tavolo imbandito un rametto di ulivo, simbolo di buon auspicio per tutta la famiglia (salute, soldi e fortuna!)…compito del commensale piu anziano di occuparsi di tagliare le fette del panettone, conservando da parte 2 fette una da destinare al primo viandante che si presentava alla porta e l’altro il giorno di S. Biagio.

Ingredienti: per 4 persone
  
1 Kg di farina per dolci
100 g di lievito di birra
mezzo bicchiere circa di latte tiepido
200 g di burro
250 g di zucchero
250 g di uvetta
100 g di zibibbo
50 g di zucca candita
50 g di cedro candito
100 g di pinoli
2 dl di acqua ai fiori di arancio


Preparazione:
  • Sciogliere il burro a bagnomaria e aggiungerlo ad un composto realizzato da farina, lievito diluito nel latte, zucchero e acqua ai fiori di arancio.
  • Impastare con energia per rendere la pasta morbida e uniforme: aggiungervi ad uno ad uno tutti gli altri ingredienti, continuando a voltare e manipolare il composto per almeno 30 minuti.
  • Disporlo a forma rotondeggiate e coprire con un canovaccio, in modo che possa lievitare per mezza giornata in un ambiente tiepido o caldo.
  • Porre l’impasto in un contenitore precedentemente imburrato e infarinato, praticare tre tagli al centro e infornare a 180 gradi per circa 60 minuti.
 
Se ti è piaciuta la ricetta , iscriviti al feed cliccando sull'immagine per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

0

novembre 15, 2012

lattefritto

Ingredienti: per 6 persone


1 litro di latte
150 g di farina
150 g di zucchero
4 uova sbattute
due tuorli uova
la scorza di un limone
100 g di pane grattugiato
olio extravergine di oliva

 
Preparazione: 30’ + 35’ di cottura
  • Stemperare la farina nel latte, un poco alla volta, e portare il tutto ad ebollizione.
  • Aggiungervi la scorza del limone, che in seguito andrà rimossa, e le quattro uova sbattute insieme allo zucchero.
  • Moderare il fuoco e mescolare fino ad ottenere una consistenza cremosa e omogenea.
  • Porre il composto su una larga pirofila precedentemente unta con l’olio e lasciare a temperature ambiente in modo che si raffreddi.
  • Una volta che sarò solidificato, ritagliarlo secondo una forma a piacere, spennellare con i tuorli delle uova sbattute e rivestire di pane grattugiato: friggere infine in olio ben caldo e servire cospargendo con lo zucchero a velo.
 
Se ti è piaciuta la ricetta , iscriviti al feed cliccando sull'immagine per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

0

novembre 14, 2012

baci_di_dama

I baci di dama sono originari della città di Tortona in Piemonte, dove nacquero più di un secolo fa: da allora, tutt’oggi i baci di dama vengono fatti con gli stessi ingredienti e la stessa forma, nella quale risiede la ragione del loro nome, che deriva infatti dalla composizione del dolce, formato dei due biscottini profumati e friabili che si fondono in un bacio al cioccolato fondente.
La ricetta dei baci di dama si può realizzare sia con le nocciole che con le mandorle; l’aggiunta di cacao all’impasto è una variante, poiché i baci di dama originali vengono realizzati senza.
baci_450ingr

 
Ingredienti: per 4 persone


130 g di farina
150 g di mandorle
150 g di zucchero
50 g di cioccolato fondente
100 g di burro

Preparazione:
  • Sbriciolare le mandorle e unirle alla farina, al burro sciolto a temperatura ambiente e alla farina, mescolando fino ad ottenere un composto omogeneo.
  • Ridurlo in palline leggermente pressate ai lati di circa 3 centimetri e disporle nel forno sopra un piano imburrato per 15 minuti a fiamma moderata.
  • Lasciare raffreddare e sciogliere il cacao: quando fonde, versarlo sulla metà piatta dei biscotti e chiuderli.
  • Una volta che il cacao sarà raffreddato, terrà unite le due parti.
 
Se ti è piaciuta la ricetta , iscriviti al feed cliccando sull'immagine per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

0

novembre 12, 2012

panna-cotta delle langhe

La panna cotta è sicuramente uno dei dolci al cucchiaio più conosciuti e apprezzati non solo in Italia, ma anche all'estero, per la semplicità della sua preparazione e il suo gusto delicato.
La sua "nascita" non ha un periodo storico preciso perché probabilmente era preparata già dall'antichità, ma sappiamo con certezza che le sue origini sono Piemontesi.

Ingredienti: per 6 persone


500 g di panna liquida
3 fogli di colla di pesce
1 bicchierino di rum
un cucchiaino di vaniglia
zucchero

Per il caramello:

2 etti di zucchero
acqua
   
Preparazione:
  • Porre zucchero e acqua in un pentolino, farlo sciogliere e mescolare fino a raggiungere la bollitura.
  • Una volta caramellato, versarlo in stampini o tazzine e lasciare raffreddare.
  • Ammorbidire usando l’acqua i fogli di colla di pesce e strizzarli.
  • Versare panna e zucchero, mescolare in un pentolino sul fuoco finché lo zucchero diventa liquido e portare a bollitura.
  • Spegnere la fiamma ed unire colla di pesce e vaniglia, versare negli stampini e riporli in frigorifero per alcune ore.
 
Se ti è piaciuta la ricetta , iscriviti al feed cliccando sull'immagine per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

0

novembre 11, 2012

bonet all'astigiana

Ingredienti: per 6 persone


1 litro latte
350 g zucchero
8 uova
200 g amaretti
60 cacao
un bicchierino di rum scuro
una scorza di limone

 
Preparazione:

  • Bollire in un pentolino il latte insieme alla scorza del limone, avendo cura di selezionare solo la parte gialla più esterna, ed intanto sbattere le uova nello zucchero, lasciando da parte due cucchiaiate, e montare.
  • Aggiungere poi il latte caldo, aiutandosi con un filtro e a parte conservarne metà di un bicchiere.
  • Unire il cacao e lo zucchero rimasto insieme al latte, mettere in un pentolino e a fiamma bassa mescolare continuamente a formare una crema, da aggiungere poi all’impasto, sempre continuando a muovere con un cucchiaio.
  • A parte sminuzzare gli amaretti e cospargerli di rum, preparare lo zucchero caramellato lasciandolo sciogliere a fiamma moderata e mescolando, ed utilizzarlo come fondo per uno stampo grande o più stampi piccoli, ricoprendolo poi con il composto ed infine gli amaretti.
  • Infornare a 170 gradi a bagnomaria per circa venti minuti o mezz’ora, controllando con un bastoncino la consistenza prima di estrarlo.
  • Riporre in frigo per 5 ore e servire.
 
Se ti è piaciuta la ricetta , iscriviti al feed cliccando sull'immagine per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

0

novembre 09, 2012

bostrengo_dolce
Questo dolce, per la grande quantità di ingredienti in esso contenuto viene chiamato tradizionalmente “il  pulisci-credenza”, e viene solitamente preparato nel periodo natalizio: parliamo del Bostrengo.

Ingredienti: per 8-10 persone


400 g di farina di grano
200 g di farina di granoturco
pane raffermo bollito e leggermente salato
100 g di riso cotto
100 g di uva passa
200 g di fichi secchi tritati
100 g di noci tritate
buccia di un arancio tagliato a striscioline sottili
1 mela tagliata a fettine
100 g di zucchero
1 bicchiere di latte


Preparazione:
  • E’ un dolce molto semplice da preparare.
  • Prendete  un recipiente abbastanza ampio e amalgamate con cura tutti gli ingredienti.
  • E’ importante una preparazione ben distinta di ogni ingrediente prima si incorporarli uno con l’altro.
  • Una volta che avrete ottenuto un composto omogeneo, per quanto possibile, prendete l’impasto ottenuto e “stendetelo” all’interno di una teglia da forno unta con un po’ di olio e di strutto.
  • Portate il forno a 175° e lasciate cuocere il tutto per un ora.
  • Fatelo raffreddare e tagliatelo in dadini che spolvererete di zucchero a velo
 
Se ti è piaciuta la ricetta , iscriviti al feed cliccando sull'immagine per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

0

novembre 08, 2012

ciambelle-pasqua
Il nome suggerisce un dolce tipicamente pasquale, apprezzato generalmente sia dai grandi che dai piccini, immancabile nelle case marchigiane: le Ciambelle di Pasqua.
Ingredienti:
2 uova
2 cucchiai di olio
2 cucchiai di zucchero
2 cucchiai di Mistrà
la scorza grattugiata di un limone,
farina q.b.
1 albume
zucchero a velo

Preparazione:
  • Prendete una ciotola e inseritevi le uova, lo zucchero, l’olio, la scorza di limone grattugiata e piano piano la farina fino a quando non otterrete un impasto di media consistenza, che dovrà risultare ne troppo morbido, ne troppo duro.
  • Dopo  il primo inserimento di farina aggiungete il mistrà: si tende a non inserirlo insieme alle uova perché l’alcol in esso contenuto potrebbe portare ad una reazione chimica che cuocerebbe le uova.
  • Prendete quindi l’impasto e dividetelo formando delle ciambelle.
  • Prendete una casseruola capiente e  riempitela di acqua che porterete a bollore.
  • Lessatevi le ciambelle per 8 minuti lasciando che si girino da sole al suo interno: prelevatele con delicatezza attraverso l’ausilio di una schiumarola e mettetele ad asciugare su un canovaccio.
  • Una volta asciutte incidetele di lato per tutta la loro circonferenza e inserite in forno: dovranno cuocere per almeno 40 minuti a 180°C.
  • In questo modo lieviteranno in forno.
  • Cospargetele di zucchero a velo.
  • Mettete l'uvetta e l'acqua tiepida in una ciotola e lasciate in ammollo per 30 minuti.
 
Se ti è piaciuta la ricetta , iscriviti al feed cliccando sull'immagine per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

0

novembre 07, 2012

Ciambellone alla marchigiana
Un dolce semplice e gradevole. Di semplice preparazione e apprezzato protagonista della tradizione dolciaria regionale: il Ciambellone alla Marchigiana.

Ingredienti:
6 uova
1 bicchiere di latte
300 g di zucchero
1 bicchiere d’olio
1 kg di farina,
lievito per dolci
limone grattugiato
sale



Preparazione:
  • Sbattete le uova con lo zucchero dentro un recipiente, aggiungendo in questo ordine, farina, olio, scorza di limone grattugiata, un pizzico di sale ed una bustina di lievito per dolci.
  • L’impasto andrà lavorato fino a quando non raggiungerà la consistenza che gli consentirà di essere composto a forma di filone di pane.
  • Prendete una teglia, imburratela e stendetevi il ciambellone. 
  • Cuocete in forno per 40 minuti a 180°C.
 
Se ti è piaciuta la ricetta , iscriviti al feed cliccando sull'immagine per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

0

Random Posts

Il Mondo dei Dolci in Google+

My Ping in TotalPing.com Feedelissimo

Il Mondo dei Dolci in Pinterest

Il Mondo dei Dolci su Facebook